3

Palazzo Tergesteo

Piazza della Borsa

Lasciandosi alle spalle piazza Unità d'Italia, prima di giungere allo slargo di piazza della Borsa, l'intero isolato sulla sinistra appare occupato dal palazzo Tergesteo.
Costruito tra il 1840 e il 1842 per volontà di un gruppo di intraprendenti e ambiziosi azionisti, il Tergesteo aveva lo scopo di realizzare un edificio polifunzonale nel cuore della città di Trieste. Un centro commerciale ante litteram. Non a caso, venne eretto tra il Teatro Verdi e la Borsa, luoghi simbolo della vita culturale ed economica della città.
In breve tempo, il palazzo Tergesteo diventò uno dei centri più importanti dell'attività finanziaria triestina, vantando tra l'altro celebri inquilini: nei locali ai piani superiori si trovavano gli uffici della Unionbank, presso la quale lavorava Italo Svevo; in uno degli appartamenti che si affacciavano sul teatro Verdi, trascorse la sua infanzia il compositore Ferruccio Busoni.
L'ultimo restauro del 2011 ha riportato il palazzo al suo antico splendore: è stata ripristinata l'originale copertura a spioventi – nel XIX secolo soluzione d'avanguardia, opera dell'architetto e ingegnere Francesco Bruyn – e, soprattutto, nella galleria interna a crociera è possibile ammirare di nuovo l'allinearsi di eleganti negozi.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza sulle nostre pagine. Se continui a navigare su questo sito ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa

This website uses cookies to improve you experience on it. If you continue browsing on this website, you accept the use of cookie. Read more